Violette candite

 

Le violette candite sono una gustosa e ricercata preparazione che appartiene alla pasticceria tradizionale piemontese.

Potete utilizzarle per decorare e letteralmente impreziosire i vostri dolci: sono di fatto difficili da reperire sul mercato e abbastanza costose. Approfittiamo perciò dei doni della primavera per farne scorta! I metodi si applicano a tutti i tipi di fiori eduli.

Per prepararle le violette candite useremo fiori freschissimi, con stelo robusto e possibilmente recisi alle prime luci del giorno (lasciando circa 1 cm di gambo).

Per mantenere vivido il colore delle violette potete colorare lo zucchero mettendolo in un sacchetto per alimenti con qualche goccia di colorante alimentare; frizionate il contenuto della busta, con le dita fino ad ottenere una colorazione uniforme. Potete aggiungere altro colorante e ripetere i passaggi fino ad ottenere la tonalità che preferite dopodiché trasferite lo zucchero colorato su un piatto e fatelo asciugare all’aria. Sarà pronto quando sarà ben sgranato.

Ingredienti

Per il metodo con bianco d’uovo

  •     20 fiori di violetta freschi
  •     1 albume a temperatura ambiente
  •     zucchero a velo q.b.

Per il metodo con acqua e zucchero

  •     20 fiori di violetta freschi
  •     acqua q.b.
  •     1 tazza zucchero semolato
  •     zucchero a velo q.b.

Operazioni preliminari comuni a entrambe le preparazioni

  1. Lavate molto delicatamente i fiori con acqua stendendo i fiori di violetta in un colino.
  2. Fate asciugare le violette su un panno di lino o su della carta da forno in un locale possibilmente poco umido e con una temperatura intorno ai 20 °C.

Violette candite al bianco d’uovo

  • Utilizzando un piccolo pennello, spennellate accuratamente ogni singolo fiore con l’albume.
  • Spolverate uniformemente le violette con lo zucchero.
  • Lasciate riposare per qualche minuto poi tagliate delicatamente i gambi utilizzando delle forbicine.
  • A questo punto, ponete le violette su carta forno e lasciate asciugare per almeno 24 ore in luogo fresco.
  • Dopo l’asciugatura saranno pronte per essere consumate o conservate.
Violette candite con acqua e zucchero
  • Versate lo zucchero semolato nell’acqua e portate ad ebollizione, mescolando fino a completo scioglimento.
  • Lasciate raffreddare a circa 30-35 °C.
  • Utilizzando delle pinzette, intingete singolarmente i fiori nello sciroppo e adagiateli su carta forno dopodiché cospargeteli con lo zucchero a velo.
  • Terminato il procedimento, lasciate in posa per una decina di minuti, poi procedete col taglio dei gambi.
  • Fate seccare completamente per circa 24 ore.
Conservazione

Dopo la completa asciugatura conservate le violette candite in barattoli di vetro sigillati ermeticamente.

Mettete un foglietto di carta forno tra i vari strati di fiori.