Tajine di coniglio

 

Tajine di coniglio, un piatto saporito ed esotico, ispirato alla cucina tradizionale marocchina.

Pentola

L’ideale sarebbe il tajine marocchino (tempo di cottura 1 ora e mezza/2 ore), ma io non ce l’ho (ancora! 😥 ). In alternativa va bene una normale pentola: i tempi di cottura si accorciano (3/4 d’ora), ma i sapori risulteranno un po’ meno profondi.

 

 

By Arnaud 25 – Own work, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=27283390

 

 

Ingredienti

per 4 persone

 

  • 1 kg coniglio (già spezzato e/o disossato e marinato)
  • olio EVO q.b.
  • 3 cipolle
  • 1 spicchio aglio
  • prezzemolo q.b.
  • ½ cucchiaino zenzero in polvere
  • ½ cucchiaino cumino
  • ½ stecca cannella
  • 16 pistilli Zafferano Terre del Conte
  • peperoncino q.b.
  • succo di 1 limone
  • 500 ml brodo vegetale

Il giorno prima

Preparate il brodo vegetale (sempre per rimanere in tema con la cucina marocchina, ho preso spunto dalla ricetta del couscous alle sette verdure e l’ho preparato con sedano, carote, pomodoro, zucca, zucchine, cipolle, patate, ma voi potete utilizzare tutte le verdure che preferite), aromatizzatelo con zenzero, cumino, zafferano, cannella, peperoncino, sale. Al momento di cucinare la carne, tenetelo in caldo.

 

 

  • In un tegame ampio fate scaldare un fondo d’olio e fatevi rosolare i pezzi di coniglio.
  • Quando la carne sarà ben sigillata, toglietela dal tegame e, nello stesso, fate dorare le cipolle tritate e lo spicchio d’aglio.
  • Una volta che le cipolle saranno pronte, trasferitele insieme alla carne nella pentola tajine (che va sul fuoco con lo spargi fiamma) poi irrorate col brodo, coprite con il coperchio (fate lo stesso anche se usate una pentola normale).
  • Fate cuocere per circa 45 minuti (dal bollore) mantenendo il fuoco medio.
  • A questo punto, aggiungete il succo di limone e il prezzemolo tritato. Se avete del limone confit potete metterlo al posto del succo di limone.
  • Rimettete il coperchio e dopodiché lasciate andare per altri 30/40 minuti.
  • Infine, servite caldo accompagnando con riso basmati o couscous.
  • Io l’ho servito in abbinamento alle verdure recuperate dal brodo, scolate ed appena condite con un filo d’olio e un accenno di succo di limone.