Riso Shangai

 

Il Riso Shangai è un piatto che amo ordinare quando mi reco al ristorante cinese; non so se la denominazione sia corretta, ma sul menù così chiamano questo riso a base di gamberi, ananas e pinoli tostati.

La cucina cinese rappresenta la somma di cucine regionali molto diverse e si è evoluta anche in altre parti del mondo con sue peculiarità dall’Asia orientale al Nord America, dall’Australia all’Europa occidentale. Possiamo distinguere otto cucine regionali: Anhui, Cantonese, Fujian, Hunan, Jiangsu, Shandong, Sichuan e Zhejiang.

Il riso è consumato in tutto il paese. Può essere mangiato direttamente in chicchi o macinato ottenendo farine con cui realizzare alimenti come pasta e ravioli, vino, aceto, dolci. Esistono diverse varietà di riso, che differiscono tra loro per colore, consistenza, odore, gusto, dimensioni del chicco e lavorazione. Si distingue in riso glutinoso e non glutinoso. Il riso è sempre integrale. Ha quindi tempi di cottura maggiori rispetto al riso bianco.

Ingredienti

per 2 persone

 

  • 200 gr riso
  • 1 cipolla
  • 3 fette ananas
  • 30 gr pinoli
  • 100 gr gamberi
  • 2 cucchiai olio di soia
  • 1 cucchiaio salsa di soia
  • sale q.b.

 

  • Pelate, lavate e tritate finemente la cipolla, tostate in padella per pochi minuti i pinoli, tagliate le fette di ananas e riducetele a dadini.
  • Lavate e togliete ai gamberi testa coda, carapace ed interiora.
  • Cuocete il riso per 8 minuti in una pentola con acqua bollente e un po’ di sale.
  • Intanto in un wok (oppure in una padella antiaderente) versate l’olio di soia e quando è ben caldo aggiungete il trito di cipolla, soffriggendola per pochi minuti.
  • A questo punto scolate il riso e mettetelo in padella, aggiungendo i cubetti di ananas, un cucchiaio di salsa di soia, i gamberi e i pinoli tostati.
  • Aggiustate di sale e saltate il tutto fino a cottura completa.
  • Servite e gustate il vostro Riso Shangai.
Seguici su