Riciclare il pane

Alcune semplici ricette per Riciclare il pane: abbasso gli sprechi! Oltre a delle ottime zuppe invernali potrete attingere dalla tradizione regionale per preparare ottimi piatti, dolci e salati.

 

Panzanella umbra

Preparate una quantità abbondante di soluzione di acqua ed aceto. Tagliate a rondelle sottili un po’ di cipolla, che metterete a bagno per una mezz’ora con parte della  soluzione di acqua ed aceto. Tagliate a tocchetti anche dei pomodori  maturi.  Trascorso il tempo, scolate la cipolla, unitela ai pomodori e condite con sale, olio Evo e basilico spezzettato a mano. Tagliate delle fette di pane raffermo umbro o toscano (senza sale) di circa 2 cm di spessore. Disponete le fette in un vassoio dai bordi alti e versate la salamoia a poco a poco, dando il tempo al pane di imbibirsi senza disfarsi. Ritirate il pane e ponetelo nei piatti, ricoprendo le fette con le verdure. 

Gnocchi di pane per 4 persone

Spezzettate 200 gr di pane raffermo e ammollatelo in 125 gr di latte. Frullate il pane ben strizzato. Incorporate un uovo, il sale. Lavorate l’impasto su un piano infarinato, dividetelo in 4 pezzi, modellate ciascuno formando dei lunghi filoncini grossi quanto un dito e tagliateli a tocchetti di un paio di centimetri. Lessate gli gnocchi in acqua salata per 5’ e, dopo averli scolati, condite a piacere.

Canederli per 4/6 persone

Sbattete 3 uova con 250 ml di latte. Tagliate 250 gr di pane raffermo a cubetti e mescolatelo con le uova. Aggiungete 150 gr di speck tagliato a brunoise, qualche filo di erba cipollina tagliuzzata, un ciuffetto di prezzemolo tritato, sale e noce moscata. Amalgamate e lasciate insaporire il composto per un’ora a temperatura ambiente. Trascorso il tempo incorporate la farina. Formate 18/20 palle di impasto e infarinatele leggermente. Cuocete in brodo di carne bollente per 15-20 minuti, quindi serviteli: in brodo o asciutti, ripassandoli in abbondante burro e salvia.

Mondeghili per 4/6 persone

Ammollate 100 gr di pane raffermo in 160 ml di latte; tagliuzzate un pezzo di bianco costato di manzo, già lessato e tritatelo con un etto abbondante di mortadella e un ciuffo di prezzemolo. Amalgamate al composto 2 uova, 50 gr di grana grattugiato, sale, pepe e il pane ammollato e strizzato. Ricavate una ventina di polpette leggermente schiacciate, passatele nell’uovo sbattuto e nel pangrattato e friggetele nel burro fino a doratura.

Dolce di pane alle pesche per 6 persone

Ammollate 150 gr di pane raffermo con 100 gr di latte e altrettanti di acqua. Nel frattempo, montate 2 uova con 80 gr di zucchero. Aggiungete il pane strizzato, 500 gr di pesche (sbucciate e spezzettate) e una trentina di chicchi d’uva. Aromatizzate il composto con un po’ di scorza di limone grattugiata e rum a piacere. Cospargete una teglia con burro, pangrattato e zucchero e dopo avervi versato il composto, infornate a 180°C per 30’. Servite con zucchero a velo e altra frutta a piacere.

Frittelle di pane ubriaco per 6 persone

Mettete a bagno circa 300 gr di pane raffermo, coperto di vino bianco. In una ciotola mescolate 3 uova, 70 gr di zucchero e un pizzico di sale; unite il pane strizzato e amalgamate. Insaporite il composto con della scorza grattugiata di arancia e limone e una generosa spolverizzata di cannella. A questo punto aggiungete progressivamente la farina fino a che l’impasto sarà piuttosto consistente. Tuffatelo a cucchiaiate in olio di semi bollente. Fate dorare e scolate le frittelle ottenute su carta da cucina. Servite spolverando con zucchero a velo o con un filo di miele.