Rane agli aromi

Le rane agli aromi sono un piatto gustato al ristorante cinese. Questa preparazione risulta leggera e profumata, grazie al mix di 5 spezie che potete facilmente reperire nei negozi di alimentari etnici e che dona ai piatti una leggera nota mentolata.

Leggermente più arduo reperire le rane, oggi per lo più importate dall’estero.

La carne di rana è saporita, con un sapore molto simile al pollo. È altamente digeribile, priva di grassi, ricca di ferro; se ne consumano le cosce. Le rane sono un alimento dalla tradizione contadina (se ne faceva addirittura un brodo), considerate fonte di proteine dai tempi di guerra fino al boom economico. Gradualmente il loro consumo è andato scemando, fino ai giorni nostri. Da piatto povero a piatto ricercato per palati fini.

Ricette tradizionali con le rane sono tipiche di Piemonte e Lombardia, ma si possono trovare in parecchie altre cucine regionali (risotto, rane fritte, rane in guazzetto)

Preparazione

Spogliare le rane dalla pelle, tagliare la punta delle zampe, togliere testa ed interiora sciacquarle in acqua fresca.

Prima di friggere le rane, si consiglia di porle a macerare per 1 ora in una marinata composta da aceto, un po’ di prezzemolo tritato, aglio schiacciato, sale e pepe.

Ingredienti

per 4 persone

   

  • 1 kg rane
  • farina 00 q.b.
  • farina di mais q.b.
  • Mix 5 aromi  (finocchio, anice stellato, pepe di Sichuan, cannella, chiodi di garofano)
  • olio di arachidi q.b.
  • sale q.b.
  • Versate le due farine e gli aromi in polvere in un vassoio ampio ampia e miscelate.
  • Passate le rane nelle due farine ed infarinatele in maniera uniforme dopodiché trasferite le rane in un setaccio, scuotendole in modo da eliminare la farina in eccesso.
  • Immergete le rane infarinate in olio di arachidi ben caldo e lasciate dorare.
  • Scolate le rane e disponetele su di un foglio assorbente per eliminare l’olio in eccesso.
  • Salate le rane a dovere e servitele: mangiatele caldissime accompagnate da spicchi di limone.