Quenelle

La quenelle (dal tedesco Knödel, in italiano canederli, grossi gnocchi) è una pietanza d’origine francese composta di crema di pesce, pollo, o carne, a volte mescolata con molliche di pane e legata da piccole quantità d’uovo. Può essere anche vegetariana o al naturale.

Il termine può essere genericamente riferito a preparazioni modellate in forma ovale.

Per preparare le quenelles si intingono nell’acqua calda due cucchiai da cucina, con uno si preleva una generosa quantità di composto e con l’altro ci si aiuta per modellare accuratamente il prodotto dandogli una forma allungata, simile a un uovo.

Esistono numerose ricette diverse per le quenelles, anche vegetariane, a base di farro o quinoa.

Le quenelles à la lyonnaise sono tra le ricette più rappresentative, sia di questa preparazione sia della città di cui sono il simbolo: Lione.
La pasta base di questa preparazione prende il nome di panade e si prepara con il semolino, tuorli d’uvo, burro e latte intero.
Vengono insaporite con sale, pepe bianco e noce moscata.

Il latte viene incorporato al semolino bollente e mescolato energicamente con una frusta; successivamente vi vengono incorporate le uova una ad una e rimesso sul fuoco fino a quando il composto si stacca dalle pareti della pentola.

Le quenelles, dopo aver preso la loro tipica forma, vengono portate a cottura in acqua salata per pochi minuti e poi servite con i condimenti preferiti, oppure semplicemente con un filo d’olio.

Possono essere gustate in brodo o asciutte, gratinate al forno con della besciamella, con la panna o con un sugo di vostro gradimento o con burro e formaggio.

Le quenelle di pesce  si prestano a preparazioni raffinate e particolari, ottime come antipasto, accompagnate da crostini di pane e salse.
Il pesce da utilizzare è vario: dal semplice merluzzo al baccalà sino a gamberi, capesante o scampi.

 

 

Seguici su