Pollo esotico

Il pollo esotico? Si può fare! Come trasformare un tipo di carne spesso scontato e banale in un viaggio gastronomico che vi trasporterà nel cuore dell’Africa. Quattro ricette facilissime e di sicuro successo.

 

Pollo alla swahili (Kenya)

 

Tagliate a pezzi la carne, togliete la pelle e fate dei tagli sulla superficie. In una ciotola mettete un trito di aglio, pomodoro, limone e spezie a piacere. Inserite il pollo, coprite con pellicola e lasciate marinare in frigorifero per una notte. Trascorso il tempo, colate la carne e rosolate il pollo in padella per sigillarne la carne e poi inserite la marinata filtrata e lasciate cuocere finché la salsa non si sarà addensata. Servite con riso basmati bollito.

 

 

Zighinì (Etiopia/Eritrea)

 

Qualche giorno prima preparate del pane injera poi approntate uno spezzatino di pollo con pelati e cipolla e stufatelo in tegame incoperchiato per due ore. Frullate dei ceci con olio e sale e cuocete degli spinaci in padella con burro e sale. Servite tutto usando il pane come base, ponendovi sopra lo spezzatino, le verdure e i legumi.

 

 

Pollo con banane al forno (Congo)

 

Rosolate una cipolla in padella e aggiungete il pollo a pezzi. Inserite anche gli spinaci, il burro e il concentrato di pomodoro e lasciate cuocere a fuoco medio. Salate a piacere e incorporate del brodo per terminare la cottura. Fate cuocere le banane, senza sbucciarle, nel forno caldo a 175 °C per 15 minuti. Ritirate e sbucciatele. Servite il pollo con le banane accompagnando con riso bollito e una spolverata di peperoncino e di farina di cocco.

 

Pollo alla somala

 

Tagliate il pollo e massaggiatelo con una miscela di olio, cardamomo, cannella, paprika e pepe nero. Infornate fino a doratura e servite con verdure bollite e riso basmati bollito.