Pollo alla marocchina

Il Pollo alla marocchina è un piatto semplice e ricco di gusto.

Cucina marocchina

E’ estremamente varia, grazie all’interazione del Marocco con altre culture e nazioni nei secoli. Risente di influenze berbere, moresche, mediterranee e arabe.

Potete sostituire l’uso del citron confit con il succo di limone.

 

 

pollo alla marocchina

 

 

Ingredienti

per 4 persone

 

  • 1 pollo intero tagliato in pezzi
  • 2 cipolle
  • 2 spicchi aglio
  • 1 cucchiaino zenzero in polvere
  • cannella macinata q.b.
  • 4 pistilli Zafferano Terre del Conte
  • curcuma q.b.
  • 1 limone non trattato (in alternativa 1 citron confit)
  • 100 gr olive verdi denocciolate
  • prezzemolo tritato q.b.
  • coriandolo tritato q.b.
  • 400 ml brodo di pollo (o vegetale)
  • sale q.b.
  • pepe nero in grani e in polvere q.b.
  • olio EVO q.b.

 

 

  • Lavate con molta cura il pollo, disossatelo e tagliatelo in pezzi abbastanza piccoli.
  • Lavate il limone dopodiché tagliate la scorza con un pelapatate (evitando con cura la parte bianca, che risulterebbe amara), mettetela da parte e spremete il frutto per ottenerne il succo.
  • Sbucciate e tritate finemente la cipolla, quindi inseritela in un sacchetto da surgelati con la zip dopodiché tritate gli spicchi d’aglio e aggiungeteli nel sacchetto insieme al pollo a pezzi, un paio di cucchiai d’olio extravergine di oliva, le spezie e il succo del limone.
  • Chiudete bene e lasciate marinare in frigorifero per tutta la notte.
  • Prendete una tajine o una casseruola bassa e larga (meglio se in terracotta) con coperchio.
  • Versate il restante olio sul fondo e ponete su fiamma alta (usate lo spargifiamma per non rompere la terracotta).
  • Quando l’olio sarà caldo, togliete il pollo dal frigo e mettetelo nel tegame, versando tutto il contenuto della busta.
  • Aggiungete le olive sciacquate dalla salamoia, la scorza di limone a filetti, sale e pepe.
  • Coprite con il coperchio, avendo cura di abbassare la fiamma.
  • Lasciate cuocere, senza mescolare mai, per un’oretta e poi servite.