Pasta frolla al pistacchio

La Pasta frolla al pistacchio è una preparazione di base realizzata con una percentuale farina di pistacchio miscelata alla farina tradizionale.

Come la pasta frolla tradizionale, è perfetta per realizzare crostate, biscotti, pasticcini, tartellette, gusci, mignon, fondi e tutto quello che la fantasia vi suggerisce.

Potete farcire le vostre preparazioni di base con ripieni a piacere: nutella, crema di mandorle, ricotta o ganache al cioccolato bianco, cocco, marmellata di arance.

Per la realizzazione potete utilizzare la farina al pistacchio già pronta (la trovate facilmente nei supermercati) oppure polverizzare i pistacchi con un mixer, purché non salati.

Potete impastarla a mano oppure con la planetaria.

Una volta pronta, se non utilizzata al momento, si conserva in frigo per 1 settimana oppure in congelatore per 3 mesi.

Il pistacchio arriva in Sicilia dall’Asia centrale nel 30 d.C., grazie a Lucio Vitellio, che lo porta in Italia dopo averlo apprezzato in Siria, ma la sua origine è ancora più lontana; viene infatti citato nella Bibbia: Giacobbe nel 1725 a.C. lo avrebbe portato in dono a un faraone.

I pistacchi hanno un alto contenuto energetico (600 kcal x 100 gr), contengono calcio, ferro, magnesio, fosforo, vitamine e aminoacidi. Come quasi tutta la frutta secca, aiutano a prevenire le malattie cardiovascolari e contribuiscono a mantenere in salute il cuore.

Ingredienti

per 1 crostata da 24 cm – circa 40 biscotti

  • 230 gr farina 00
  • 100 gr farina di pistacchio
  • 165 gr burro a temperatura ambiente
  • 1 uovo intero
  • 2 tuorli d’uovo
  • 130 gr zucchero semolato
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 1 pizzico sale
  • 15 gr lievito
  • Impastate il burro ammorbidito a temperatura ambiente con lo zucchero, poi aggiungete le uova.
  • Continuate ad impastare delicatamente e aggiungete le farine, il lievito e il sale.
  • Passate l’impasto in un recipiente.
  • Copritelo con la pellicola e mettete a riposare in frigo per due ore prima dell’utilizzo.