Facciamo le polpette

Non so perché, ma in casa mia, quando facciamo le polpette, c’è sempre un’atmosfera gioiosa. Piacciono a tutti, sono appetitose e ci regalano il grande vantaggio di riciclare avanzi, evitando sprechi e creando una pietanza gustosa e sempre gradita da tutti. Per voi, qualche idea “casalinga” ed una carrellata di idee provenienti dalla gastronomia di tutto il mondo.

Polpette di tofu

Si preparano tritando insieme due panetti di tofu fresco, 120 gr di olive nere denocciolate, tre spicchi di aglio, del prezzemolo, del curry in polvere, un pizzico di sale e un po’ di pangrattato. Se la consistenza dovesse restare troppo slegata, aggiungete dell’altro pangrattato e dell’olio. Cuocete le polpette in forno a 200° per circa 15 minuti.

Polpette di verdure

Si preparano mescolando due patate bollite e schiacciate, con mezzo kg di verdura mista cotta al vapore (carote, zucchine, broccoli, piselli etc). Meglio non frullare tutto insieme, ma semplicemente rompere le verdure con una forchetta, creando un composto abbastanza omogeneo. Poi si aggiungono due uova, una manciata di parmigiano, del pangrattato, un pizzico di sale e di pepe. Anche in questo caso, aggiungete il pangrattato poco alla volta. Potete impanarle con uova e pan grattato e cuocerle in olio bollente oppure in forno a 200° per circa 20 minuti. Possono essere cotte in padella anche senza panatura.

Polpette di pane

Per prepararle occorrono 600 gr di pane secco da ammollare in 350 ml di latte. A questo composto morbido vanno aggiunti 100 gr di parmigiano, un uovo, del prezzemolo tritato, un pizzico di sale e un pizzico di pepe. Se vi piace, sta molto bene anche uno spicchio di aglio tritato. Formate le polpette e passatele in un uovo sbattuto e poi nel pangrattato. Friggetele in olio bollente o cuocetele in forno a 200° per 20 minuti.

Polpette di lesso

Tritate 500 gr di manzo bollito, insieme ad una manciata di grana, due uova, la mollica di un panino ammollata nel latte e strizzata, della noce moscata, sale e pepe, prezzemolo e scorza di limone. Formate le polpette e passatele nel pangrattato prima di cuocerle in forno a 200 per 15-20 minuti oppure cuocetele in padella con una noce di burro e un filo di olio.

Polpette di alici

Sminuzzate le alici con un coltello e amalgamatele con 50 gr di farina, 50 gr di parmigiano, tre uova e due cucchiai di pangrattato. Aggiungete dell’origano, sale e pepe e se necessario altro pangrattato. Friggete le polpette in abbondante olio bollente.

Polpette di salmone

Si preparano tritando 500 gr di salmone fresco con quattro cucchiai parmigiano, due uova, del prezzemolo, la scorza grattugiata di un limone, una manciata di pan grattato e due patate lesse. Una volta composte, possono essere cotte al forno sono oppure impanate con uovo e pangrattato o con del panko.

Polpette di ricotta

Si preparano mescolando 250 gr di ricotta di pecora con un tuorlo, tre cucchiai di parmigiano, del prezzemolo, sale e pepe. Potete poi cuocerle in padella con della passata di pomodoro e un filo di olio, oppure potete passarle nella farina, poi nelle uova e infine nel pangrattato prima di friggerle.

Polpette di pollo

Si preparano tritando 400 gr di pollo con mezza cipolla, uno spicchio di aglio, 80 gr di pane, 1 cucchiaio di senape, uno di salsa di soia e un pizzico di sale. Una volta preparate le polpette, si intingono in una pastella preparata con 80 gr di farina, un uovo, mezzo cucchiaino di lievito in polvere e 80 gr di latte. Poi si passano nel pangrattato e si friggono.

Polpette dal mondo

Aloo TIkki. Sono polpette indiane, molto speziate, perfette da accompagnare con una salsa a base di yogurt. Si preparano tritando otto patate bollite con 100 gr di piselli al vapore, un cucchiaio di zenzero fresco grattugiato, del coriandolo, due cucchiai di paprika, cinque di pangrattato e due cucchiai di curry. Se vi piace, aggiungete anche del peperoncino. Una volta preparate le polpette, vanno fritte in olio bollente.

Felafel. Sono polpettine fritte a base di legumi, ceci e fave, tipici della tradizione mediorientale. Insaporiti da un mix di spezie, cumino, coriandolo e pepe di Cayenna, sono un ottimo secondo vegetariano o vegano. Una volta pronto l’impasto, lasciatelo riposare per 1 ora così saranno ancora più soffici.

Meatballs irlandesi. In Irlanda le polpette si chiamano meatballs, sono più piccole rispetto al normale e preparate con carne di agnello o pecora. Oltre ad avere un sapore forte, sono solitamente anche molto speziate e piccanti.

Faggots. Tipici della Scozia, sono polpette preparate con un impasto di cuore di maiale, fegato e grasso di maiale o pancetta a cui si aggiungono varie erbe aromatiche per insaporire.

Kofte. La Turchia è una delle patrie delle polpette e le kofte, nonostante la forma allungata e non rotonda, sono l’equivalente delle nostre polpette. Si preparano con carne di agnello o con un mix di manzo e agnello; si servono con una salsa piccante con tanto pomodoro e aglio che è stemperata dallo yogurt greco.

Bitterballen. L’Olanda e i Paesi Bassi sono famosi per le bitterballen, piccole palline di carne che si servono come spuntino. Contengono carne bollita e sminuzzata quindi condita con cipolla e prezzemolo, poi ammorbidita ulteriormente nel burro e nella farina; una volta pronte sono impanate e fritte, la grandezza varia da zona a zona ma in generale si servono con la senape piccante.

Königsberger Klopse. Anche in Germania esistono le polpette che, nonostante il nome impronunciabile, sono considerate un vero piatto nazionale. A differenza di molti altri Paesi, qui le polpette non contengono solo carne, ma sono preparate usando alici o aringhe; la particolarità è che si servono con una salsa ai capperi e patate lesse.

Hanbagu. Si preparano con tofu, salsa di ostriche. salsa tonkatsu, soia e altre spezie. Sapore particolarissimo per uno degli antipasti più appetitosi e amati in Giappone. Apprezzatissime sono anche le tsukune, polpettine a base di pollo, zenzero e aglio.

Kotbullar. Portate in gloria e in trionfo con l’avvento del più grande megastore dedicato alla casa, le polpette svedesi sono una vera e propria istituzione. Si tratta di un mix di carne macinata di manzo, maiale e vitello condito con cipolla e pane e bagnati nel latte; in seguito l’impasto è formato, cotto nel burro e servito con una salsa a base di panna, vino, patate e uovo.

Almondegas. Sono parte della tradizione gastronomica povera portoghese e si servono in zuppa. Si preparano con carne macinata di manzo, eventualmente chorizo e una serie di spezie che rendono la zuppa, preparata di solito con brodo di pollo, davvero particolare nel sapore.

Albondigas. Fanno parte dell’infinita serie di tapas in Spagna e sono preparate nella maniera classica (carne di manzo e spezie varie) ma servite con una salsa al pomodoro a base di cipolla nella quale inzuppare il pan.

Fleischlaberl. Queste polpette sono austriache e, se non fosse per le tante spezie che le contraddistinguono, sarebbero semplici palline di carne fritte. Si servono da sole oppure accompagnate da contorni più o meno robusti, come funghi o gnocchi.

Pulpetj. Rappresentano, per via degli ingredienti che sono usati nella loro ricetta, la vera essenza della cucina polacca. Si preparano mescolando carne magra con tante cipolle e uova e si servono con salsa al pomodoro o salsa ai funghi dopo essere state cotte in forno. Le polpette polacche fritte si chiamano mielonj e fanno parte del cibo di strada polacco.

Frikadeller. Si tratta di polpette schiacciate e fritte che non sembrano tali nonostante siano composte dagli ingredienti classici per questa ricetta: carne di maiale e di vitello, uova e cipolle. Semplici e saporite.

Lihapullat. Immancabili le polpette a base di carne di renna in Norvegia: nelle lihapullatsi mescolano infatti manzo, maiale e renna a cui sono aggiunti il pangrattato bagnato nel latte e le cipolle. Si servono con la classica salsa di mirtilli rossi e sono solitamente accompagnate da patate.

Youvarlakia. Sono le polpette greche a base di carne macinata, cipolla, menta e riso. Si servono con salsa allo yogurt e la presenza di spezie le rende particolarmente difficili da digerire, ma dal gusto irresistibile.

Thjt vien. Le polpette vietnamite sono parte integrante di uno dei piatti nazionali, il pho, una zuppa di manzo servita con spaghetti di riso, lime e pomodoro a cui si aggiungono lethjt vien prima cotte nel pomodoro e nella cipolla.

Bakso. In Indonesia le polpette, generalmente a base di pollo o manzo, sono servite in brodo con uova sode, vermicelli di riso, dumplings al vapore e wonton fritti.

Meatballs (with spaghetti). Negli Stati Uniti è usanza servire le polpette con gli spaghetti, un piatto tipico della gastronomia italo-americana. A differenze delle polpette al sugo italiane, le meatballs sono quasi sempre di dimensioni decisamente generose.

 

 

Seguici su