Arrosto di cinghiale

L’Arrosto di cinghiale è una grande pietanza di carne, ideale per cene importanti, banchetti e ricorrenze. Come ogni arrosto di grosse pezzature, la preparazione va seguita passo dopo passo, soprattutto nella fase di cottura: una temperatura troppo alta o tempi troppo prolungati, rischierebbero di asciugare eccessivamente l’arrosto, rovinando la vostra pietanza. Niente paura, in ogni caso. Vi sarà utilissimo un termometro da cucina, che potete reperire nei negozi di elettrodomestici. Seguite pochi accorgimenti e la riuscita del piatto sarà garantita!

 

Ingredienti

per 6 persone

 

per la marinatura

 

  • 2 carote
  • 2 cipolle
  • sedano q.b.
  • prezzemolo q.b.
  • bacche di ginepro q.b.
  • alloro secco q.b.
  • zucchero q.b.
  • sale q.b.
  • 1/2 bicchiere aceto
  • 1/2 l vino rosso

per la salsa

 

  • 100 gr pancetta affumicata
  • 30 gr burro
  • 30 gr farina
  • 1/2 tazza panna acida

  • Preparate la carne e salatela.
  • Preparate una marinata che porterete ad ebollizione, poi lasciatela raffreddare.
  • Immergete la carne e lasciatela marinare per 2 giorni.
  • Trascorso il tempo, colate la carne e asciugatela con carta da cucina.
  • Tagliate la pancetta a piccoli dadi e rosolatela in un tegame; aggiungete la carne e fatela rosolare a calore vivace.
  • Trasferite in una teglia e poi in forno.
  • Unite la marinata passata al setaccio e lasciate cuocere bagnando ogni tanto la carne con il fondo di cottura.
  • I tempi e la temperatura di cottura variano a seconda del taglio di carne e del vostro gusto (indicativamente intorno ai 180° per 60/80 minuti.
  • SUGGERIMENTI: quando si cucina la carne è consigliabile controllare la temperatura con il termometro da cucina; bisogna inoltre seguire questi accorgimenti:
  1. scegliere la temperatura di cottura in base al tipo di carne, alla pezzatura e al risultato desiderato;
  2. misurare la temperatura al cuore, nel punto più profondo della carne;
  3. terminare la cottura quando la temperatura è inferiore di qualche grado rispetto a quella ideale (da 2 a 5 a seconda della pezzatura);
  4. far riposare la carne per 5/10 minuti per uniformare la temperatura all’interno, avvolgendola con la carta stagnola oppure tenendola nel forno caldo per non farla raffreddare eccessivamente.

  • Preparate la salsa: scaldate il burro in un pentolino e rosolate la farina finchè non assumerà un delicato colore nocciola, diluitela con il fondo di cottura dell’arrosto e con la marinata, portate ad ebollizione e fate consumare a fuoco vivace per 8 minuti.
  • Passate la salsa al setaccio, fate nuovamente prendere il bollore, aggiustate di sale e pepe, togliete dal fuoco aggiungendo la panna.
  • Disponete la carne su un piatto di portata e servite con la salsa e con un contorno di vostro gradimento.
Seguici su