Tiramisù

Il più classico e (forse) il più amato dessert di sempre: il tiramisù. E’ un dolce di recente nascita, le prime notizie certificate appaiono alla fine degli anni ’60, ma è negli anni ’80 che raggiunge il suo massimo splendore. La mia ricetta prevede l’utilizzo dei savoiardi, ma potete utilizzare i biscotti che preferite (i più gettonati sono i pavesini, ma vanno benissimo altri tipi di biscotti, purché non siano eccessivamente dolci e tengano bene la bagna di caffè senza disfarsi). Graditissimo fine pasto, ottimo per merende dei bambini e feste di compleanno, è una preparazione al cucchiaio piuttosto calorica ed energetica. Un vero peccato di gola! Se volete preparare una variante particolare, provate lo stracchino della duchessa. Se volete farne una variante light, sostituite il mascarpone con ricotta magra.

Ingredienti

Per 8 persone

  • 400 gr savoiardi
  • 300 gr mascarpone
  • 40 gr cioccolato fondente
  • 50 gr cacao amaro in polvere
  • 2 uova
  • 150 gr zucchero
  • 2 dl caffè

 

  • Separate i tuorli dagli albumi.
  • Montate gli albumi a neve ferma con metà zucchero.
  • Montate i tuorli con l’altra metà dello zucchero e il mascarpone.
  • Unite le due creme, mescolando delicatamente con una spatola, con movimenti dal basso verso l’alto.
  • Grattugiate grossolanamente il cioccolato fondente.
  • Predisponete il piatto di portata e rivestite il fondo con i savoiardi imbevuti di caffè.
  • Versate la crema di uova e mascarpone.
  • Spolverate col cioccolato grattugiato.
  • Coprite con altri savoiardi imbevuti di caffè, crema e cioccolato, procedendo a strati.
  • Completate la copertura del tiramisù spolverando l’ultimo strato col cacao in polvere.
  • Mettete il recipiente in frigo per 3/4 ore.
  • Potete aromatizzare il caffè con un poco di liquore a vostra scelta.
  • Se volete pastorizzare gli ingredienti freschi, preparate in un pentolino uno sciroppo fatto con 60 ml di acqua e lo zucchero, che porterete a 120° e che aggiungerete a filo nelle creme, facendo attenzione a non farle smontare.

Io ho preferito preparare e servire coppette monoporzione.

Seguici su