Tartare di tonno con bagna cauda

La Tartare di tonno con bagna cauda è stato il mio pranzo di oggi; avevo questa buonissima salsa già pronta. Ero sola in casa e quando sono sola non ho molta voglia di spignattare in maniera troppo elaborata; non mi va mai di rinunciare al gusto, così è nato questo piatto. Va servito freddo ed è un perfetto esempio di “pietanza da scarpetta”! 😛

La bagna càuda (ovvero “salsa calda” in italiano) è una tipica specialità gastronomica della cucina piemontese, una preparazione a base di trito di aglio e acciughe dissalate, successivamente cotta a riduzione su a fuoco lento, in olio extravergine d’oliva. Ne ho ingentilito il carattere deciso, inserendo un poco di yogurt. Potete optare anche per un filo di panna da cucina.

 

 

Tartare di tonno con bagna cauda

Ingredienti

Per 1 porzione

  • 60 gr tonno fresco (fatelo abbattere nella vostra pescheria di fiducia)
  • 1 limone
  • pepe q.b.
  • olio EVO q.b.

   

Per la bagna cauda

  • 2 filetti acciughe
  • 1 spicchio aglio
  • 1 dl brodo di pesce
  • 1 dl vino bianco
  • 2 cucchiai yogurt bianco intero

Per il crumble

  • 1 fetta di pane integrale
  • granella di pistacchi q.b.

   

  • Per preparare la bagna cauda stemperate aglio e acciughe in un filo di olio, sfumate con il vino bianco, aggiungete il brodo di pesce e lasciate ridurre della metà.
  • Eliminate l’aglio e aggiungete lo yogurt, fate bollire per 5 minuti, frullate il tutto e passate in un colino.
  • Tritate grossolanamente il tonno e condite con sale, pepe e buccia grattugiata di limone.

Per la parte croccante

  • Bruscate in forno la fetta di pane integrale.
  • Quando sarà croccante, estraetela dal forno e sbriciolatela.
  • Tostate leggermente la granella di pistacchi su una padella ben calda, facendo attenzione a non bruciarla.
  • Impiattate in un piatto cupo, versando la bagna cauda sul fondo.
  • Adagiate la tartare, irrorate con un filo di olio EVO.
  • Spolverate con le briciole di pane e la granella di pistacchi tostati.
Seguici su