Strozzapreti con calamari e carciofi croccanti

Gli Strozzapreti con calamari e carciofi croccanti sono un primo piatto che ho potuto assaggiare ed apprezzare ad un recente matrimonio a cui ho partecipato. Ho trovato particolarmente azzeccato il connubio mare e terra ed il contrasto tra la morbidezza del pesce e la croccantezza delle verdure. E’ una ricetta veloce e saporita, ideale per la bella stagione. Non risulta pesante, a patto di eseguire una perfetta ed asciutta frittura dei carciofi. Ho aggiunto due tocchi personali: la menta e il limone, perché secondo me, i carciofi senza questi due ingredienti, non son carciofi. Colpa delle tradizioni romanesche di famiglia! Se non li gradite, potete naturalmente ometterli e mantenere soltanto il prezzemolo. I calamari sono un tipo di pesce che si presta per svariate lavorazioni: devono avere un colore intenso, la parte bianca deve essere brillante, senza segni di opacità o giallore. Appena acquistati devono essere eviscerati e lavati accuratamente sotto acqua corrente: separate la testa dal corpo e pulite bene l’interno della sacca, eliminando eventuali rimasugli di sabbia e l’osso cartilagineo; eliminate successivamente gli occhi e la bocca che si trova all’interno dei tentacoli e poi procedete con un adeguato risciacquo sempre sotto acqua corrente; sarà così possibile conservarli in frigorifero, ben coperti da pellicola alimentare o chiusi in un sacchetto freezer, per 1/2 giorni al massimo. Se sono molto freschi, è possibile anche congelarli, a -18°C, in appositi sacchetti ben chiusi, avendo l’accortezza di eliminare quanta più aria possibile: in tal modo si possono conservare per circa 3 mesi. Cuocete questo pesce per pochi minuti, altrimenti diventa gommoso.

 

Ingredienti

per 4 persone

 

Seguici su