La Cenerentola, si fa per dire, della triade romanesca (Amatriciana, Carbonara e Gricia) è la pasta cacio e pepe, piatto povero, poverissimo, che più povero non si può, eppure avvolgente, vellutato, profumato e gustoso. Com’è possibile? Magia delle materie prime! Veloce, saporita, sempre gradita, è la soluzione più semplice quando si ha poco tempo per cucinare, ma tanta voglia di un buon piatto. Come tutte le preparazioni semplici nasconde trabocchetti, ma se seguirete gli steps della ricetta, vi garantisco il risultato!

Io ho preparato spaghetti, ma vanno bene bucatini, tonnarelli, vermicelli, chitarrini e tutta la pasta lunga di spessore. E come diceva mia zia :”Gnente pasta all’ovo, si voi magnà l’ovo, fatte ‘na carbonara”!

 

 

Spaghetti Cacio e Pepe

per 4 persone

  • 400 gr spaghetti
  • 100 gr di pecorino romano
  • pepe nero di qualità q.b.
  • sale  q.b.

 

  • In una ciotola capiente grattugiate (meglio se a mano, risulterà più soffice ed avrà una resa più cremosa) il pecorino romano e aggiungete il pepe (meglio se pestato nel mortaio: sprigionerà tutto il suo profumo).
  • Cuocete la pasta in acqua bollente salata, scolatela al dente mantenendo l’acqua di cottura.
  • Emulsioniamo il pecorino con l’acqua di cottura, aggiungendola gradualmente finchè il formaggio non sarà sciolto e cremoso.
  • Versate la pasta nella ciotola e mescolate.
  • Spolverate con altro pepe e servite.
  • Io ho messo anche un pizzico di prezzemolo.
Seguici su