Salsa Kuromitsu

Il termine Salsa Kuromitsu letteralmente si traduce come “nettare nero”: è uno sciroppo sottile e molto scuro fatto con uno zucchero giapponese non raffinato, il  kurozato (zucchero nero). Il Kurozato – chiamato anche kokutou – è di solito venduto in grossi frammenti di colore marrone scuro. Potreste essere in grado di trovarlo nei negozi specializzati asiatici, ma è se così non fosse, potete sostituirlo con un molto simile zucchero Muscovado o Barbados; il risultato finale sarà quasi identico. I pezzetti di kurozato , oltre ad essere un ingrediente culinario, sono anche a volte mangiati in purezza, come caramelle (molto simili alle nostre caramelle di orzo).

La Salsa Kuromitsu è un ingrediente centrale in molte preparazioni tradizionali giapponesi; è un “condimento” che aggiunge un sapore forte e caratteristico, tinteggiato di melassa e amarezza, che però resta bilanciato. È una salsa veloce e facile da fare, e viene lodata per i suoi effetti  benefici sulla salute. È anche uno degli ingredienti usati per fare wagashi (piccola pasticceria da tè) , e per servire i kuzumochi (torte di mochi), frutta, macedonie, gelati, frittelle.

 

Ingredienti

  • 80 gr kurozato (zucchero nero) 
  • 40 gr zucchero semolato
  • 100 ml acqua
  • Mescolare gli ingredienti in una piccola casseruola e portare a bollire a fuoco medio. 
  • Ridurre il calore a basso e mescolare costantemente fino allo sciroppo completamente sciolto.
  • Smettere delicatamente da 5 a 10 minuti, finché il liquido si addensa leggermente. 
  • Tenete presente che lo sciroppo si addenserà ulteriormente quando viene raffreddato.
  • Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare, quindi passate al frigorifero per far raffreddare completamente.
  • Si conserva in barattolo chiuso ed ha una lunga tenuta, come il miele.
Seguici su