Ratatouille

La Ratatouille è un piatto tradizionale provenzale a base di verdura stufata. Il nome completo della pietanza, originaria di Nizza, è ratatouille niçoise. La parola ratatouille viene dall’occitano “ratatolha” e significa “rimestare”. Era originariamente un piatto per contadini poveri, preparato in estate con verdure fresche. La ricetta originale non conteneva le melanzane non essendo reperibili nello stesso periodo dell’anno delle altre verdure e comprendeva solamente pomodori, zucchine, peperoni, cipolle ed aglio. La ratatouille può essere servita come piatto a sé stante (accompagnata da riso, patate, o semplice pane francese) o come contorno. Ricette simili esistono anche nella cucina italiana (caponata, peperonata, cianfotta, ciambotta, tiella) e internazionale (spagnola (pisto), ungherese (lecsó), greca (briami),  turca (imam bayald), jugoslava (sataras)).

Il piatto è chiara ispirazione del film d’animazione Disney Pixar Ratatouille (in cui si gioca sull’assonanza della parola con “ratto”, essendo il protagonista del film, Rémy, un topo). Per migliorare la conoscenza della cucina durante la produzione della pellicola, il regista Brad Bird e il produttore Brad Lewis hanno passato molte ore a frequentare corsi di cucina nel ristorante French Laundry di Thomas Keller, colui che ha inventato la ricetta della variante della ratatouille presentata nel film.

 

Ingredienti

per 4 persone

  • 2 cipolle
  • origano q.b.
  • menta q.b.
  • olio EVO q.b.
  • sale q.b.
 

 

  • Ricavate dalla zucchina la parte verde e sbollentatela in acqua salata per 1’, scolatela e raffreddatela in acqua e ghiaccio.
  • Sbollentate 3 rametti di menta per pochi secondi, scolateli, raffreddateli in acqua e ghiaccio.
  • Sfogliate i rametti e conservate solo le foglie.
  • Frullate le zucchine e le foglie di menta con 80 gr di olio e un pizzico di sale.
  • Mondate la melanzana, i pomodori, le cipolle e i peperoni.
  • Tagliateli in modo da ricavare delle rondelle più o meno dello stesso diametro, spesse mezzo centimetro.
  • Distribuite le rondelle di verdura alternandole in una pirofila unta di olio.
  • Condite le verdure con un filo di olio e qualche fogliolina di origano.
  • Infornate la pirofila a 180 °C per 25’.
  • Sfornate la ratatouille a fettine, conditela con la salsa di zucchina e completatela con foglioline fresche di origano.
  • Servite la salsa rimasta in una ciotola a parte.

 

La ricetta del film omonimo (dello Chef Thomas Keller)

Ingredienti

  • salsa piperade q.b.
  • 1 melanzana
  • 1 zucchina verde
  • 1 zucchina gialla 
  • 3 pomodori 
  • aglio q.b.
  • olio EVO q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • timo q.b.

 

per la vinaigrette

  • piperade 1 cucchiaio
  • olio d’oliva 2 cucchiai
  • aceto balsamico 1 cucchiaino
  • timo 1 presa

 

  • Lavate le verdure e affettatale a fettine di 2 mm.
  • Disponete le fettine alternandole nella teglia sopra la piperade, lasciando per ognuna mezzo centimetro di superficie libera.
  • Coprite tutta la piperade con una spirale di verdure dall’esterno verso l’interno.
  • Mescolate l’aglio tritato con l’olio, il timo, sale e pepe e spennellate la superficie delle verdure con questo composto.
  • Chiudete la teglia con un foglio di carta argentata e infornate a 130° per 2 ore.
  • Dopo due ore, rimuovete la carta e infornate di nuovo per 30 minuti.
  • Con una spatola prelevate delle porzioni di verdure ed impilatele su un piatto, condite con una vinaigrette ottenuta emulsionando la piperade rimasta con l’olio e l’aceto. 

 

 

 

 

Seguici su