Ragù di cinghiale

 

Preparare il Ragù di cinghiale richiede tempo ed attenzione al trattamento della carne. 

Innanzitutto, vi consiglio di tenere in ammollo la carne con acqua e sale per almeno 12 ore (questo procedimento permette alla carne di rilasciare il sangue residuo), prima di proseguire con la marinatura, che eseguirete secondo pochi e semplici passaggi.

 

Per la marinatura

  • 500 cl  vino rosso
  • 2 cucchiai aceto di vino bianco o di mele
  • 1 cipolla
  • salvia q.b.
  • rosmarino q.b.
  • bacche di ginepro q.b.
  • chiodi di garofano q.b.
  • prezzemolo q.b.
  • 1 spicchio aglio

 

 

  • Sciacquate bene la carne e trasferitela in un contenitore largo dai bordi alti.
  • Coprite la carne con gli ingredienti sopra elencati.
  • Lasciare in marinatura per almeno 12 ore, girando la carne di tanto in tanto.
  • Trascorso il tempo, scolate la carne, filtrate la marinatura e tenetela da parte.
  • Procedete ora alla preparazione del ragù.

 

Ragù di cinghiale

Per il ragù

  • 350 gr polpa di cinghiale, tagliata in pezzi 
  • 200 gr salsa di pomodoro (se fate un ragù rosso, altrimenti omettetelo)
  • marinatura filtrata
  • una punta di cacao amaro
  • 1 cipolla
  • 1 gambo sedano
  • 1 carota
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • olio EVO q.b.

 

  • Affettate le verdure finemente e inseritele in una pentola, soffriggendole con abbondante olio EVO.
  • Dopodiché tritate (o sfilacciate) la carne e ponetela in pentola, facendo rosolare.
  • Sfumate con la marinatura, aggiustando di sale e pepe.
  • Se desiderate un ragù rosso, aggiungete la salsa di pomodoro.
  • Lasciate cuocere a fuoco dolce per almeno un’ora.
  • Laddove la carne non risultasse tenera all’assaggio, prolungate la cottura fino al raggiungimento del grado ottimale per il vostro gusto.
  • Personalmente, prolungo la cottura anche fino a 5/6 ore, aggiungendo di tanto in tanto la marinatura filtrata, fino ad ottenere un effetto stracotto.
  • Con lo stesso procedimento potete preparare lo spezzatino, tagliando la carne in pezzi grossolani, mantenendo lo stesso procedimento.
  • Una volta pronto, il vostro Ragù di cinghiale impreziosirà i vostri primi piatti, come lasagne, fettuccine (anche trafilate al cacao o mirtilli) e pappardelle. 
  • Accompagnate con un vino rosso corposo.

Seguici su