Pasticcio di ortiche

Il Pasticcio di ortiche è la mia “fatica” culinaria di oggi. Ingredienti green, un tocco di formaggio, uno scrigno di pasta. Il timballo (o pasticcio) prende il nome dallo stampo con cui veniva preparato:  un contenitore cilindrico con il diametro uguale all’altezza. Questo, a sua volta, ha tratto ispirazione dalla cassa armonica, semisferica, di uno strumento musicale a corde. La pietanza deriva dalla cucina tardo medievale: consisteva in un guscio di pasta, ripieno di paste e sughi molto ricchi e densi, in genere con carni di maiale, volatili o cacciagione. Con il passare del tempo il pasticcio ha cambiato forma e modalità di esecuzione. Al classico stampo si sono alternate o sostituite forme diverse, a seconda della ricetta da preparare; anche il “guscio” si è modificato ed oggi è concesso l’impiego di altri tipi di impasto.  Le prime tracce di questo tipo di preparazione risalgono all’antica Roma. La caratteristica principale rimane l’involucro di pasta esterno: per il ripieno, via libera alle contaminazioni ed alla vostra fantasia!

 

Ingredienti

per 4 persone

  • 600 gr cime di ortica
  • 3 uova
  • 1 tuorlo
  • 1 cipolla
  • 2 pomodori maturi
  • 20 gr pinoli
  • 2 rotoli pasta per pizza o pasta sfoglia o pasta brisée
  • 100 gr formaggio delicato a fette (fontina)
  • olio EVO q.b.
  • sale q.b
  • pepe q.b.

 

  • Fate bollire qualche minuto le ortiche in abbondante acqua salata, quindi scolatele e tuffatele in acqua freddissima: questo procedimento manterrà intatto il bel colore verde delle erbe.
  • Strizzatele e tritatele.
  • Soffriggete in una padella la cipolla affettata finemente e fatevi insaporire le erbe cotte.
  • Fate raffreddare e aggiungete le uova, i pinoli e aggiustate di sale e di pepe.
  • Ungere uno stampo e foderatelo con un rotolo della pasta scelta (io ho utilizzato quella per pizza).
  • Affettate i pomodori.
  • Adagiate le fette di formaggio alternandole alle ortiche e ai pomodori, fino ad esaurimento degli ingredienti.
  • Coprite tutto con il secondo rotolo di pasta, sigillando bene i bordi.
  • Praticate qualche forellino sulla parte soprastante, con uno stuzzicadenti o con i rebbi della forchetta.
  • Spennellate la superficie del pasticcio con il tuorlo d’uovo.
  • Fate cuocere in forno a 180°per 15/20 minuti circa.
  • Sfornate e servite ben caldo.
Seguici su