Naengmyeon

Il Naengmyeon (o raengmyŏn) è un piatto di tagliatelle fatte a mano lunga con farina e amido di vari ingredienti, incluso il grano saraceno, patate, patate dolci, amido di arrowroot (una fecola alimentare estratta da alcune piante tropicali) e kudzu (una pianta che appartiene alla famiglia delle Leguminose). Il grano saraceno predomina. Altre varietà di naengmyeon sono fatte da ingredienti come alghe e tè verde . Il Naengmyeon viene servito in una grande ciotola di acciaio inossidabile con un brodo ghiacciato, cetrioli a julienne , fette di  nashi (pera asiatica), sottili e larghe strisce di ravanello leggermente sottaceto e un uovo bollito o fette di manzo bollito freddo o entrambi. Salsa piccante di senape (o olio di senape) e aceto vengono spesso aggiunti prima del consumo. Tradizionalmente, le tagliatelle lunghe andrebbero mangiate senza tagliarle, in quanto simboleggiano la longevità della vita e la buona saluteLe due principali varietà di naengmyeon sono il mul naengmyeon e il bibim naengmyeon. Il primo viene servito come zuppa fredda con le tagliatelle contenute nel brodo fatto di manzo o pollo. Nel caso del bibim naengmyeon , il brodo di minestra con le tagliatelle viene servito caldo. Le salse che accompagnano questo piatto sono la gochujang paste (fatta con riso glutinoso in polvere, peperoncino rosso macinato, soia fermentata, sale), la salsa Chogochujang (fatta con con aceto, zucchero e semi di sesamo), la salsa Ssamjang (fatta con cipolle tritate, altri peperoncini e doejang, una salsa di fagioli particolarmente densa e concentrata). La ricetta che propongo è una delle più tipiche.

Curiosità

In un famoso show sudcoreano  i cantanti Park Myeong-su e Jessica, eseguirono la canzone “Naengmyeon”, che prende il nome dal cibo. La canzone è diventata una hit e ha ricevuto un grande successo. 

 

Ingredienti 

per 6/8 persone

  • farina di grano saraceno 700 gr
  • fecola di patate 300 gr
  • manzo 300 gr
  • pollo 300 gr
  • 300 gr maiale
  • 200 gr cavolo kimchi
  • 200 gr daikon
  • 200 gr cetriolo
  • 100 gr pera asiatica
  • 1 uovo
  • pinoli 5 gr
  • scalogno 50 gr
  • aglio 5 gr
  • 1 gr peperoncino tagliuzzato
  • semi di sesamo 3 gr
  • sale 50 gr
  • salsa di soia 50 gr
  • olio di peperoncino 10 gr
  • 300 gr salamoia da una variante di kimchi chiamato dongchimi
  • olio di sesamo 5 gr
  • peperoncino in polvere q.b.

 

  • Mescolate la farina di grano saraceno e la fecola di patate.
  • Impastate la pasta con acqua calda e formatela in tagliatelle.
  • Cuocete in acqua bollente per 1/1,5 minuti, scolate e sciacquate in acqua fredda, arrotolandole a nido e tenendole da parte.
  • Tagliate tutte le carni a striscioline.
  • Fate bollire con acqua e preparate il brodo.
  • Dopo l’aggiunta di salsa di soia, lasciate raffreddare e aggiungete la stessa quantità di dongchimi salamoia (rapporto 1:1).
  •  Aggiustate di sale e spezie secondo i vostri gusti e lasciate insaporire in un luogo fresco.
  • Tagliate il daikon, il kimchi di cavolo, i cetrioli e le pere a julienne.
  •  Friggete le uova e tagliatele a fettine sottili.
  • Tritate lo scalogno e l’aglio, aggiungete peperoncino in polvere, sale, olio di sesamo, salsa di soia e semi di sesamo tostati.
  • Mettete il brodo e i nidi di tagliatelle nelle ciotole di servizio.
  • Guarnite con il trito piccante, l’uovo fritto e i pinoli.
  • Inserite le verdure.
  • Se occorre aggiungete altro brodo e servite.

 

Seguici su