Mousse al tè matcha

 

La Mousse al tè matcha è un altro esempio di utilizzo del tè verde in cucina. Il sapore ricorda molto quello delle nocciole ed è per questo che si sposa perfettamente alla frutta secca.

Per realizzare la mousse potete utilizzare ricotta, yogurt greco o formaggi cremosi di vostro gradimento. Considerate la variazione di zucchero a seconda del formaggio utilizzato e nel dubbio, assaggiate.

La mousse è un dolce che incorpora microscopiche bolle d’aria per dare una consistenza schiumosa, molto leggera e ariosa più che cremosa. La parola, di origine francese, assume il significato di “schiuma” o “spuma”.

Per preparare il caramello al tè ho aggiunto un po’ di infuso allo zucchero in fase di scioglimento, prima cioè che raggiungesse temperature alte. NON INSERITE MAI LIQUIDI FREDDI quando il caramello è ad alte temperature: lo shock termico lo farebbe schizzare, con conseguenze pericolose. 

Una volta pronto, ho spatolato il caramello su un foglio di carta forno e l’ho staccato solo una volta perfettamente raffreddato.

Se volete consolidare maggiormente la vostra mousse, inserite nel procedimento un poco di agar agar o della colla di pesce: a me personalmente non piace, perchè il risultato diventa troppo simile alla panna cotta, ma ovviamente, e come sempre, de gustibus…

L’importante è che il risultato finale soddisfi il vostro palato!

E voi, come utilizzate il tè matcha? Scrivetelo nei commenti!

Happy cooking!

 

 

Ingredienti

per 4/8 porzioni

  • 250 gr mascarpone
  • 120 ml panna fresca
  • 6 cucchiai  zucchero a velo
  • 2 cucchiai tè matcha
Lavorate con le fruste il mascarpone, aggiungendo piano piano lo zucchero a velo e il tè matcha setacciato fino ad ottenere un composto omogeneo.
Montate la panna e incorporatela alla crema di mascarpone.
Trasferite il composto n un contenitore da portata (o in ciotoline monoporzione) e riponete in frigo a consolidare per almeno 4 ore.
Io ho decorato con un trito di pistacchi e nocciole e veli di caramello al tè verde.

Seguici su