Mille modi di dire pesto!

Mille modi di dire pesto! Un compendio di variazioni e contaminazioni per gli amanti di questa salsa semplice ed assolutamente gustosa.

Il pesto è un condimento tradizionale tipico originario della Liguria. Con la denominazione pesto alla genovese, è inserito tra i Prodotti agroalimentari tradizionali liguri. Il suo ingrediente base è il basilico.

Il pesto si ottiene pestando il basilico con il sale, i pinoli e l’aglio, il tutto condito con parmigiano, fiore sardo e olio extravergine di oliva. Si tratta quindi di una salsa a crudo, ovvero un composto nel quale gli ingredienti sono amalgamati a freddo, non cotti. Per questa caratteristica gli ingredienti non perdono le proprie caratteristiche organolettiche originarie. 

Primo esempio fu, in epoca romana, il Moretum, descritto da Virgilio. La prima ricetta del pesto viene fatta risalire all’Ottocento, anche se certamente è debitrice di più antiche salse pestate come l’agliata (versione alla ligure dell’agliata classica), a base d’aglio e noci, diffusa in Liguria durante la repubblica marinara genovese e il pistou francese (a base di basilico pestato, di aglio e olio d’oliva: è quindi simile al pesto della vicina Liguria, ma si differenzia da questo per l’assenza di pinoli e per la facoltatività del formaggio grattugiato come ingrediente.Molti infatti inseriscono il gruyere. I francesi lo utilizzano ne linestrone, per la preparazione della Soup au pistou). 

 

Seguici su