Gnocchi di barbabietola con crema di maggio e frutta secca

La barbabietola è un ingrediente che non avevo mai utilizzato e che si è rivelato una felice scoperta. I ricordi legati a questo tubero, sono ancora una volta relativi alla mia infanzia. In città c’era uno zuccherificio, che offriva lavoro a numerose famiglie. Poi, nel tempo, la crisi, lo spostamento di capitali, di sedi  amministrative e tanto altro, hanno portato alla chiusura dello stabilimento. Succedeva ieri e succede oggi. Dell’edificio, sulle cui macerie sorgerà (pare) l’ennesimo centro commerciale, resta un’alta ciminiera, a ricordo di un fumo dolciastro e denso, che avvolgeva il nostro cielo come zucchero filato. Con la nebbia serale e l’operoso rumore, la suggestione era quasi dickensiana. Ma non divaghiamo, siamo qui per cucinare! Io ho utilizzato le barbabietole rosse fresche, che potete sostituire con quelle precotte facilmente reperibili nei supermercati. La crema di maggio è un formaggio simile al brie e al camembert, ma ha una consistenza più cremosa e un gusto più delicato. Gli gnocchi della tradizione diventano un piatto originale dal sapore delicato, che spero soddisferà voi e i vostri ospiti. I miei hanno apprezzato!  😉 

per 4 persone

  • 250 gr di barbabietole cotte (lessate con acqua, sale grosso e un pizzico di zucchero)
  • 250 gr di farina
  • 30 gr noci
  • 30 gr arachidi
  • 30 gr pinoli
  • 100 gr formaggio Crema di maggio
  • sale e pepe q.b.

 

Preparate gli gnocchi: 

  • Frullate le barbabietole rosse e aggiungete un pizzico di sale.
  • Versatele in una ciotola e aggiungete la farina, impastando fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.
  • Mettete l’impasto a riposare per 20 minuti avvolto nella pellicola trasparente.
  • Riprendete l’impasto e dividetelo in quattro parti. Da ogni parte ricavate delle palline e lavoratele con un pizzico di farina perché non si attacchino. Disponetele su un tagliere di legno e fatele riposare.
  • Se l’impasto risultasse troppo molliccio per essere lavorato come uno gnocco tradizionale (le barbabietole sono molto succose), non preoccupatevi, fate come me: stendete l’impasto tra due fogli di carta forno e tagliate con la rotella taglia pasta. Non aggiungete farina in più, gli gnocchi risulterebbero duri e sgradevoli.

 

Preparate il pesto:

  • Mettete la frutta secca, la crema di maggio e un cucchiaio di acqua nel bicchiere del mixer ad immersione e frullate.
  • Aggiustate di sale e pepe.

 

  • Mettete a bollire abbondante acqua salata e al bollore tuffate gli gnocchi.
  • Scolateli appena affiorano e ripassateli velocemente in padella con la salsa.
  • Servite.

 

 

 

Seguici su