Gatti di Santa Lucia

I Gatti di Santa Lucia (lussekatter) sono delle focaccine natalizie svedesi a base di uvetta e zafferano, che vengono tradizionalmente serviti il 13 dicembre, giorno di Santa Lucia. Sono morbidi, di colore giallo e molto profumati perché preparati con un pizzico di zafferano nell’impasto.

La tradizione di consumare i lussekatter ebbe inizio in Svezia nel XVII secolo. La loro storia è antica e affascinante e mescola rituali pagani e cristianità. La parola Lussekatter rimanda al nome della Santa protettrice della vista e portatrice di luce, che viene celebrata tradizionalmente il 13 dicembre, il giorno più buio dell’anno.

Si narra che proprio per la mancanza di luce sia stato aggiunto simbolicamente a questi biscotti lo zafferano, per renderli luminosi come piccole fiammelle.

Un’altra leggenda attribuisce l’etimologia del nome a Lucifero e ai gatti. Secondo una credenza popolare tedesca, infatti, il diavolo con sembianze di un gatto, spaventava i bambini e Gesù li proteggeva donando loro dolcetti che con il loro particolare colore luminoso avrebbero allontanato Lucifero. In Svezia il culto di Santa Lucia è molto diffuso e ogni anno, in questa occasione, le bambine indossano un copricapo decorato con le candele e distribuiscono doni e dolci natalizi.

 

 

Ingredienti

per 20 pezzi

 

 

  • 800 gr farina 00
  • 150 gr burro a temperatura ambiente
  • 1 uovo
  • 170 gr zucchero
  • 15 gr lievito di birra fresco
  • 400 ml latte intero a temperatura ambiente
  • 2 gr Zafferano Terre del Conte
  • 1 pizzico sale
  • 20 gr uvetta

 

 

  • Per prima cosa ammollate l’uvetta nell’acqua tiepida per 15 minuti circa.
  • Sciogliete il lievito nel latte a temperatura ambiente.
  • In un pentolino versate il latte restante e aromatizzate con lo zafferano.
  • Trasferite tutto sul fuoco e scaldate fino a raggiungere i 35°.
  • A questo punto procedete con l’impasto: nella ciotola della planetaria munita di gancio versate la farina e il latte aromatizzato allo zafferano, il lievito sciolto nel latte, lo zucchero, il sale.
  • Azionate la planetaria per amalgamare grossolanamente gli ingredienti.
  • Continuate a lavorare l’impasto sino ad ottenere un impasto uniforme e compatto.
  • Aggiungete un pezzetto alla volta il burro morbido e lavorate la massa fino a quando tutto il burro sarà assorbito.
  • Quando l’impasto risulterà sodo ed elastico, trasferitelo su una spianatoia leggermente infarinata e lavoratelo velocemente formando una palla.
  • Copritela con pellicola da cucina e lasciate lievitare a una temperatura tra i 25° e i 27° per 2 ore.
  • Trascorso il tempo, trasferite di nuovo su piano infarinato e dividete l’impasto in 20 palline da 70 gr l’una.
  • Per ciascuna pallina formate 1 filoncino da 30 cm e un diametro di circa 3 cm.
  • Mentre lavorate una pallina, tenete le altre coperte con pellicola.
  • Con l’aiuto di un mattarello, schiacciate leggermente la parte centrale del bigolo lasciando le due estremità spesse.
  • A questo punto arrotolate le due estremità verso il centro, a formare una S.
  • Adagiate le uvette al centro delle spirali formatesi.
  • Man mano che li confezionate, trasferite i dolcetti Gatti di Santa Lucia su una teglia foderata con carta da forno e lasciate lievitare nuovamente per circa 30 minuti.
  • Finito il tempo di riposo, sbattete l’uovo in una ciotolina e spennellate la superficie dei biscotti.
  • Trasferite la teglia in forno statico preriscaldato a 180° e cuocete per 20/25 minuti.
  • A cottura ultimata sfornate e fate raffreddare.
  • Gustate i Gatti di Santa Lucia!

Seguici su