Cup cake Rossana: il calore nell'incarto di una caramella.

Cup cake Rossana

La Rossana Perugina è una caramella, conosciuta anche come Rossa Perugina,  considerata una delle caramelle più conosciute fra quelle prodotte in Italia, forse la più famosa e nasce nel 1926 come prodotto della Perugina, in onore di Roxanne, la dama amata da Cyrano de Bergerac. Ne esisteva una versione con incarto blu. Sebbene nate come dolce di “seduzione” non tardarono a diventare le caramelle simbolo che ogni nonna teneva in serbo nel fondo delle tasche, pronte per essere regalate ai nipotini.

Il fascino del dolce bob bon, per me, era tutto racchiuso nell’involucro di carta rossa, che veniva aperto, lisciato e accuratamente conservato per essere usato nella sua funzione migliore: fare i fuochi del presepe. Alla vigilia di natale, si tiravano fuori casette e statuine, si raccoglieva il muschio e il breccino bianco per fare le stradine e si tiravano fuori scatoline di metallo dove le preziose cartine venivano conservate per buona parte dell’anno. Predisposto il piano di lavoro, si fissavano i fili di luci che trovavamo puntualmente ingarbugliati (sebbene fossimo certi di averli riposti con cura). In punti strategici, la preziosa cartina veniva fissata con lo scotch sopra la lampadina (sicuri che non avrebbe preso fuoco) e poi sapientemente camuffata con sassolini e muschio. Venivano installati i pastori e le pecore e da lì, via via, aggiunti tutti gli attori e comprimari del presepio. Era così che, per me, una rappresentazione divina e sacra diventava centrale solo nell’elemento terreno del focolare e, riflettendoci col senno di poi, esprimeva un messaggio più vero, quello raffigurato da semplici persone intente a scaldarsi, a stare vicine, a condividere e custodire. Era bellissimo, in un’epoca non ancora dominata da tecnologie e plastica, immaginare il calore di un focolare nell’incarto di una caramella.

 

Ingredienti

per la base

  • 100 gr farina 00
  • 100 gr mandorle spellate
  • 2 uova
  • 1/2 bustina di lievito
  • 70 gr zucchero
  • 100 ml di latte 
  • 60 gr burro a pomata (temperatura ambiente)

per la crema

  • 250 gr latte
  • 2 tuorli
  • 150 gr caramelle Rossana
  • 1 cucchiaio e 1/2  farina 00 o fecola
  • 100 ml panna fresca

 

  • Preparate la torta: montate le uova con lo zucchero a lungo, fino ad ottenere un composto chiaro e soffice.
  • Tritate finemente le mandorle con un cucchiaio di farina presa dal totale fino ad ottenere una polvere.
  • Aggiungete alle uova la farina, il lievito e le mandorle tritate alternando con il latte.
  • Unite il burro continuando a sbattere con le fruste a bassa velocità.
  • Versate il composto in pirottini o stampi appositi imburrati  e cuocete a 180° per circa 30 minuti.
  • Fate sempre la prova stecchino e non fate asciugare.
  • Preparate la crema: in una pentola a fondo spesso, lasciate sciogliere dolcemente le caramelle con il latte, mescolando di continuo.
  • A parte sbattete i tuorli e unite la farina.
  • Stemperate il latte caldo, poco alla volta, nei tuorli, poi trasferite il tutto sul fuoco.
  • Cuocete a fiamma bassa fino a che la crema non risulterà densa.
  • Lasciate raffreddare completamente.
  • Montate la panna e aggiungetela alla crema con delicatezza per non farla smontare.
  • Trasferite la crema in una sacca dotata di bocchetta a stella e decorate la superficie dei cup cakes.
  • Completate, se volete, con zuccherini colorati.
  • Conservate in frigo ma estraeteli  almeno mezz’ora prima di servire.
Seguici su