Castagnaccio

Il Castagnaccio (localmente conosciuto anche come castignàmigliacciobaldinoghirighio o patona) è una torta di farina di castagne.

Tipico delle zone appenniniche di Piemonte, Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Emilia e Romagna, Calabria (prende il nome di “pani i castagna”, cioè pane di castagna) rappresenta un piatto tipicamente autunnale, che si ottiene facendo cuocere nel forno un impasto di farina di castagne, acqua, olio extravergine d’oliva, pinoli e uvetta. Varianti locali prevedono l’aggiunta di altri ingredienti, come rosmarino, scorze d’arancia, semi di finocchio o frutta secca. Accompagnamento ideale del castagnaccio sono la ricotta o il miele di castagno, il vino novello, i vini dolci come il vin santo. Il castagnaccio è un piatto “povero” nel vero senso della parola, diffusissimo un tempo nelle zone appenniniche dove le castagne erano alla base dell’alimentazione delle popolazioni contadine. Dopo un periodo di oblio, iniziato nel secondo dopoguerra e dovuto al crescente benessere, è stato riscoperto e oggi è protagonista nel periodo autunnale di numerose sagre e feste. Secondo quanto si legge nel “Commentario delle più notabili et mostruose cose d’Italia e di altri luoghi”, di Ortensio Landi (Venetia, 1553) pare che l’inventore del castagnaccio sia stato un lucchese, tale “Pilade da Lucca”, che fu “il primo che facesse castagnazzi e di questo ne riportò loda”.

 

Ingredienti

per 4 persone

  • 450 gr farina di castagne
  • 2 bicchieri latte
  • 1 cucchiaio pane grattugiato
  • 80 gr pinoli
  • 3 cucchiai olio EVO
  • sale q.b.
  • rosmarino q.b .
  • 50 gr gherigli noci
  • 40 gr uvetta passa
  • 2 cucchiai zucchero
  • Mettete in una terrina la farina di castagne e versate a filo il latte, amalgamando con cura per evitare che si formino dei grumi.
  • Aggiungete 50 grammi di pinoli, 50 grammi di gherigli di noci triturati, l’uvetta passa (che avrete fatto rinvenire in poca acqua tiepida), lo zucchero, il pane grattugiato, un cucchiaio di olio, un pizzico di sale e le foglioline di rosmarino.
  • Mescolate con un cucchiaio di legno e, se necessario, aggiungete un po’ di acqua, in modo che il composto risulti molto morbido e non troppo denso.
  • Ungete una teglia con un filo d’olio.
  • Versate l’impasto e spargete sulla superficie il resto dei pinoli e qualche goccia di olio.
  • Lo spessore del castagnaccio non dovrà superare i due centimetri.
  • Ponete in forno preriscaldato a 180°C per circa quarantacinque minuti, fino a quando sulla superficie del dolce si formerà una crosta di colore scuro che mostrerà delle crepe.
  • Estraete dal forno, fate raffreddare e tagliate a piccole fette.
Seguici su