Ricette con la Calendula

La Calendula è un genere di piante della famiglia delle Asteraceae, originario di Europa, Nord Africa e Medio oriente. Comprende 12 specie, la più conosciuta delle quali è la Calendula officinalis. Il nome deriva dal latino Calendae, parola con la quale i Romani indicavano il primo giorno del mese, dato che fiorisce una volta al mese durante tutta l’estate. I fiori di Calendula officinalis sono utilizzati come rimedio fitoterapico per le loro proprietà antispasmodiche e cicatrizzanti; in omeopatia viene consigliata anche in caso di ustioni, di cure dentarie e dopo il parto. Utilizzate spesso anche in ambito gastronomico, per colorare piatti e insalate, nonché come succedaneo dello zafferano.

Pesto alla Calendula

Ingredienti

per 4 persone

  • 2 spicchi d’aglio
  • 200 gr purea di zucca
  • 100 gr olio evo
  • 3 cucchiai di parmigiano
  • 1 manciata abbondante  pinoli
  • 1 manciata abbondante petali di calendula
  • sale q.b.

 

Tritate con il mixer tutti gli ingredienti. Se dovesse risultare troppo denso aggiungete un po’ di acqua. Aggiungete alla fine ancora un filo di olio evo e il pesto alla calendula sarà pronto per essere utilizzato sulla pasta o per insaporire bruschette, crostate salate, pesci o carni.

Frittata alla calendula

Ingredienti

per 1 persona

  • 2 uova
  • 1 scalogno
  • 1 cucchiaio fiori di calendula
  • olio EVO q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

 

Mondate lo scalogno e affettatelo sottile. Fatelo appassire in una padella con un filo di olio. In una ciotola sbattete le due uova con il resto degli ingredienti. Quando la cipolla sarà pronta, versate il composto e procedete nella cottura come per una frittata tradizionale.

Risotto alla calendula

Ingredienti

per 4 persone

  • 400 gr riso Carnaroli
  • brodo vegetale q.b.
  •  1/2 bicchiere vino bianco
  • 8 cucchiai fiori di calendula lavati e mondati
  • 1 scalogno
  • curcuma q.b.
  • grana grattugiato q.b.
  • burro q.b.
  • olio EVO q.b.
  • sale q.b.

Preparate un brodo vegetale tradizionale a cui aggiungerete 4 cucchiai di fiori di calendula. Una volta pronto, filtrate e tenete in caldo. Appassite lo scalogno tritato fine in una pentola capiente. Aggiungete il riso, fate tostare, sfumate col vino e tirate a cottura aggiungendo il brodo via via che si procede. A metà cottura inserite tre cucchiai di petali di fiori, un cucchiaino di curcuma e il grana grattugiato. A cottura ultimata mantecate fuori dai fornelli con una noce di burro ed impiattate decorando con i petali rimasti dei fiori di calendula.

Panini alla Calendula

Ingredienti

per circa 12 pezzi

  • 1 kg farina 0
  • 6 gr lievito di birra
  • 4 cucchiai fiori di calendula
  • semi di sesamo q.b.
  • 2 cucchiaini sale
  • 1 cucchiaino zucchero
  • olio EVO q.b.
  • 500 ml acqua

Lavorate la farina su una spianatoia con sale e zucchero, aggiungendo il lievito sciolto in acqua tiepida, fino ad ottenere un impasto elastico e sodo. Trasferitelo in una ciotola, coprite con un canovaccio e lasciate lievitare per 12 ore in luogo riparato e tiepido. Trascorso il tempo rimpastate il composto aggiungendo i fiori e i semi di sesamo. Porzionate la pasta e formate i panini. Posizionateli su una placca da forno e fate lievitare, coperti con un panno, per altre due ore. Trascorso il tempo, spennellate la superficie dei panini con un poco di olio EVO ed infornateli a 200° (forno pre-riscaldato) per circa 30 minuti (controllate la cottura!).

 

 

 

Seguici su