Batata vada

Le Batata vada ( बटाटा वडा ) sono un popolare cibo vegetariano fast food indiano, originarie del Maharashtra. Letteralmente il nome significa frittelle di patate. Il nome “Batata” (patata) deriva dal portoghese, popolo che ha introdotto le patate in India. Si compone di piccole polpettine di patate, insaporite da erbe, spezie e curry passate in una pastella fatta con farina di ceci, poi fritte e servite calde. La vada è una sfera dello spessore di circa due o tre pollici di diametro. Le Batata vada sono tipicamente accompagnate con peperoncini verdi e chutney di vario tipo. Il modo più comune di mangiarle è in forma di Vada Pav, cioè all’interno di un panino.

 

Ingredienti

per 4 persone

  • 4 cucchiai farina di ceci
  • 1/2 cucchiaino semi di cumino
  • 1/2 cucchiaino curcuma
  • 1 pizzico peperoncino secco
  • 1 pizzico bicarbonato
  • sale q.b.
  • acqua q.b.
  • 3 patate
  • 1 spicchio aglio
  • 1 cipolla
  • 1 peperoncino verde
  • zenzero fresco q.b.
  • 1/2 cucchiaino zucchero
  • 1/2 limone
  • 1 cucchiaio coriandolo tritato
  • 1 cucchiaio olio di semi
  • 1 cucchiaino semi di senape
  • curry q.b.
  • olio di arachidi q.b.

 

 

  • Mettete le patate a bollire in acqua salata.
  • Passate la farina di ceci al setaccio e realizzate una pastella liscia unendo poca acqua, un pizzico di sale, i semi di cumino, il peperoncino in polvere, il bicarbonato e la curcuma.
  • La pastella deve essere fluida, ma non troppo liquida e non troppo densa.
  • Mentre riposa e assorbe l’acqua preparate l’impasto.
  • Tritate il peperoncino verde e sbucciate lo zenzero, dopodiché grattugiatelo.
  • Aggiungete le foglie di coriandolo tritate, lo zucchero, il succo di limone e un pizzico di sale.
  • Scaldate un cucchiaio di olio in una padella e fate scoppiettare i semi di senape, aggiungendo la cipolla tritata e infine il curry.
  • Fate freddare e unite alle patate insieme al trito di peperoncino verde e zenzero.
  • Mescolate.
  • Realizzate delle sfere di impasto poco più grandi di una noce.
  • Appiattitele delicatamente, formando dei piccoli hamburger vegetali.
  • Passatele nella pastella.
  • Friggetele in olio ben caldo finché sono saranno perfettamente dorate.
  • Servite calde, da sole o all’interno di un panino, accompagnando con una salsa di vostro gradimento (sono tradizionali i chutney).

 

Seguici su