Anko

L’anko è una marmellata giapponese preparata con i semi di azuki (Vigna angularis), una leguminosa estensivamente coltivata nell’Asia orientale. Il fagiolo Azuki è un vero concentrato di proteine vegetali, vitamine (B1, B2, B3), sali minerali come ferro, rame, magnesio, manganese, zinco, potassio, ed è ricco di fibre solubili, utili per chi soffre di stipsi. Questo piccolo legume contiene pochissimi grassi, ma soprattutto pochissimi zuccheri, rendendolo un alimento consumabile anche per persone che devono tener controllato il proprio indice glicemico. È indicato anche per chi possiede una forte mancanza di ferro, ed è utile per depurare fegato e reni, grazie alle sue proprietà diuretiche. Grazie all’alto tasso di isoflavoni, il fagiolo Azuki è utile per aumentare le difese immunitarie e per mantenere buono lo stato di salute del sistema nervoso.
Inoltre, questo fantastico legume non contiene glutine, e quindi può essere consumato anche per chi deve seguire un’alimentazione celiaca. Gli azuki presentano un sapore dolciastro, leggermente nocciolato,  che si presta alla preparazione di marmellate e altri dolci.

L’anko è ampiamente utilizzata nella cucina giapponese come ripieno di alcuni dolci, come ad esempio i daifuku, i taiyaki o i dorayaki, talvolta anche come condimento per il gelato. Esiste nelle varianti Tsubuan, in cui i fagioli nella confettura vengono lasciati interi e Koshiban, dove i fagioli vengono frullati e resi a crema.

Ingredienti

  • 1 tazza di fagioli azuki secchi
  • 1 tazza di zucchero di canna grezzo muscovado (oppure 1 tazza e mezza zucchero bianco)

 

  • La notte prima mettete a bagno i fagioli secchi in abbondante acqua fredda.
  • Il giorno dopo scolateli e metteteli in una pentola capiente.
  • Aggiungete 3 tazze di acqua e portate rapidamente a bollore.
  • Abbassate il fuoco, lasciate bollire per 5 minuti, poi spegnete, scolate i fagioli dall’acqua di cottura e lavate la pentola.
  • Coprite di nuovo i fagioli con 2 o 3 tazze di acqua fredda, aggiungete lo zucchero e riportate a bollore.
  • Abbassate il fuoco e fate cuocere a fuoco lento per circa due ore, fino a quando i fagioli saranno ben cotti.
  • Aggiungete altra acqua, se è necessario, durante la cottura: alla fine i fagioli dovranno essere umidi e mantenere un po’ di liquido.
  • Inserite il mixer nel composto e frullate fino ad ottenere un composto cremoso.
  • Per conservare, trasferite il composto ancora bollente in barattoli sterilizzati a chiusura ermetica.
  • Chiudete i barattoli e capovolgeteli.
  • Lasciate raffreddare completamente.
Seguici su